È ora di dare uno stop agli scocciatori del telemarketing

Undici chiamate indesiderate al mese. Sono quelle che ogni utente riceve e di cui farebbe volentieri a meno. Parliamo del telemarketing, un fenomeno che non colpisce solo gli italiani ma nel Belpaese è in rapida crescita, tanto da porci all’11° posto nella classifica mondiale delle nazioni più colpite.

E di fronte al quale abbiamo armi spuntate per difenderci dato che a un anno di distanza dalla legge che doveva difenderci dalle telefonate moleste la norma resta un’incompiuta all’italiana ancora in attesa del regolamento attuativo.

SEGUE DOPO L’INFOGRAFICA

Considerando che negli ultimi anni il telemarketing selvaggio sta colpendo molto più sulle linee mobili che su quelle fisse, è sui nostri smartphone che dobbiamo attrezzare le migliori difese contro gli operatori molesti. E per fortuna è possibile farlo. Le strade sono due: o utilizziamo l’apposita funzione di blocco delle chiamate (per Android o iPhone) già presente sul nostro telefonino oppure, se questa funzionalità non c’è, ricorriamo ad una delle tante applicazioni da scaricare e create proprio a questo scopo.

Le funzionalità predefinite

Le funzionalità cosiddette native, cioè già presenti sul dispositivo, sono comode ed efficaci.
Sugli smartphone Android, il blocco delle chiamate indesiderate si attiva tramite le Impostazioni delle chiamate, ma la procedura da seguire dipende da marca e modello. In linea generale, una volta selezionata la dicitura Blocco delle chiamate, si clicca sulla voce Aggiungi un numero. Qui va digitato il numero di telefono da bloccare e si conferma la scelta con il pulsante Blocca. Se il numero è memorizzato nella rubrica, si può anche decidere di deviarlo direttamente alla segreteria telefonica impostata sul nostro numero di telefono.
Anche per gli iPhone esiste una funzionalità nativa semplice ed efficace per il blocco dei numeri degli scocciatori. Una volta impostata, da questi non si riceveranno più chiamate, sms e conversazioni su FaceTime.
In dettaglio: per bloccare un numero che ci ha appena chiamato e non è presente nella rubrica dei contatti, basterà ripescarlo dalle chiamate recenti, cliccare sul simbolo “i” (informazioni) che si trova al suo fianco e scegliere la voce Blocca contatto. Confermando, il numero sarà inserito in blacklist. Se invece si vuole bloccare un numero già presente nella lista contatti, si procede da Impostazioni, si scorre l’elenco fino alla voce Telefono, da cui si passa a Blocco chiamate e identificazione e infine a Blocca contatto. Qui si seleziona il contatto della rubrica che vogliamo bloccare inserendolo nella blacklist. E il gioco è fatto.

Le applicazioni da scaricare

Le funzionalità predefinite di blocco potrebbero essere insufficienti, non tutelandoci ad esempio dalle telefonate anonime. Niente paura, possiamo sempre scaricare dagli store digitali Android e iOS le applicazioni perfette per le nostre esigenze. Ce ne sono ormai tante, alcune gratuite altre a pagamento (si tratta per lo più delle versioni delle stesse app con maggiori funzionalità).
Truecaller (per Android e iOS) è una delle app gratuite più diffuse al mondo per la visualizzazione dell’ID del chiamante e il blocco di chiamate e sms. Conta una comunità di utenti di oltre cento milioni di persone che con le loro segnalazioni volontarie alimentano ogni giorno il data base in cui sono raccolti i numeri individuati come molesti, pericolosi o di spam commerciale. Una volta installata sul telefonino, l’app consente di contrassegnare un numero come indesiderato e bloccare le chiamate anonime e gli sms.
Un’altra applicazione interessante è Dovrei rispondere? (Android/iOS), che permette di individuare, prima di rispondere, chi ci sta chiamando. Così possiamo creare una blacklist, bloccare le chiamate provenienti da numeri nascosti o anonimi e bloccare le chiamate da e verso numeri di telefono non contenuti nella rubrica. Anche Calls Blacklist è gratuita e funziona in maniera analoga, ma non si appoggia ad alcun database online per la visualizzazione e identificazione di una chiamata ed è disponibile solo per il sistema Android.
Infine c’è Tellows, una piattaforma on line che fornisce ai propri utilizzatori informazioni su numeri di telefono per proteggerli da chiamate indesiderate o potenzialmente pericolose, come ad esempio truffe telefoniche, pubblicità aggressive o spam telefonico. Ogni numero segnalato viene inserito in un data base e contrassegnato da un punteggio da 1 a 9: più è alto e più si sconsiglia di rispondere. Per tutelarsi, quindi, l’utente installa l’applicazione Caller ID & Block, per Android e iPhone, che permette di conoscere l’identità del chiamante già dal primo squillo e, sulla base della segnalazione degli utenti, di bloccare automaticamente i numeri ritenuti pericolosi.