Ministero richiama pesce spada per mercurio. Ma la partita è già scaduta

Il ministero della Salute comunica ieri (7 dicembre) il richiamo di un filone di pesce spada decongelato che contiene mercurio oltre i limiti che però è scaduto il 23 novembre. Il dubbio che sorge è spontaneo: l’allerta tardiva ha messo al riparo i consumatori?

Il lotto oggetto di richiamo viene importato dalla Spagna con una bolla (vedi foto sotto) che specifica: data di spedizione 13 novembre 2018 – da consumare entro il 23 novembre 2018.

Il 3 dicembre ovvero 10 giorni dopo la scadenza del prodotto, e quindi presumibilmente dopo che è stato posto in vendita, scatta l’allerta sanitaria come riporta il richiamo del ministero:

I consumatori italiani sono stati informati solo venerdì 7 dicembre come mostra il portale della Salute:

Qualcuno ci spieghi cosa è successo. Ne va dell’efficacia del sistema di allerta italiano.