Talco cancerogeno, Johnson & Johnson di nuovo condannata

Ennesima condanna al pagamento di un maxi risarcimento per la Johnson & Johnson: questa volta la società proprietaria del famoso talco dovrà versare ben 25,7 milioni di dollari a una donna che, in giudizio, ha sostenuto di aver contratto un mesotelioma usando il borotalco.

La corte californiana ha riconosciuto a Joanne Anderson, 66 anni, il diritto ad essere indennizzata per il cancro che ha contratto. L’azienda era accusata di non aver informato adeguatamente i consumatori che il suo prodotto contiene asbesto e può causare tumori. Tesi respinta fermamente dall’azienda, che tuttavia finora è stata condannata a pagare in numerose altre cause risarcimenti per centinaia di milioni di dollari.