I repellenti “naturali” contro le zanzare che funzionano davvero

I repellenti naturali contro le zanzare funzionano? La domanda è vecchia, la risposta – nuova – la può dare un test realizzato da Consumer Reports, mensile dei consumatori nordamericani che ha portato in laboratorio molti prodotti, sia vegetali che chimici. E due dei tre principi attivi che si sono guadagnati lo status di “raccomandato” nel test, la picaridina e l’olio di eucalipto di limone, o OLE, derivano dalle piante. Ma molte altre sostanze chimiche a base vegetale, tra cui l’erba di limone e l’olio di soia, sono state bocciate.

Richiedi qui la guida per difenderti dalle zanzare

Tutti i repellenti migliori, spiegano da Consumer Report, sono registrati presso l’Environmental Protection Agency, e dunque hanno dovuto subire una valutazione dai regolatori federali per garantire sicurezza ed efficacia. Ma vediamo i due principi che nei laboratori Usa si sono dimostrati efficaci.

Olio di limone eucalipto (OLE)

Che cos’è? È importante non confondere questo prodotto con l’olio di eucalipto di limone. I nomi sono molto simili, ma le due sostanze chimiche sono piuttosto diverse. OLE è un olio estratto dalla gomma eucalipto (originaria dell’Australia); l’attuale sostanza chimica estratta è chiamata PMD e ha dimostrato efficacia come repellente per insett.
L’olio di eucalipto di limone, al contrario, viene distillato dalle foglie e dai ramoscelli dell’albero di eucalipto di limone. Il prodotto distillato contiene diverse sostanze botaniche, tra cui la citronella e una quantità molto bassa e variabile di PMD.
È sicura? L’EPA classifica il PMD come un biopesticida, il che significa che è soggetto a più test di sicurezza rispetto ai prodotti botanici, tra cui l’olio di eucalipto di limone, ma meno test rispetto alle sostanze chimiche di sintesi come deet e picaridina. Sia i regolatori federali che gli esperti consultati da Consumer Report concordano sul fatto che l’OLE sia relativamente sicuro.

PICARIDINA

Che cos’è? La molecola di picaridina è sintetica, il che significa che è prodotta in un laboratorio da chimici. Ma ricorda da vicino una sostanza chimica che si trova naturalmente nelle piante di pepe nero.
La ricerca suggerisce che a concentrazioni di almeno il 20 percento, la picaridina può fornire la protezione dalle punture di insetto. I test dimostrano che è molto efficace ma solo se la concentrazione arriva a quelle percentuali.
È sicura? I repellenti contenenti picaridina sono registrati dall’EPA e soggetti allo stesso livello di valutazione della sicurezza del deet e delle altre sostanze chimiche sintetiche. L’agenzia ha trovato, e i nostri esperti concordano, che la picaridina è sicura, anche per l’uso sui bambini.