Le pile a bottone dei fidget spinner? Sono un pericolo per i bambini

Si stima che ogni anno in Francia oltre 1.200 visite al pronto soccorso siano collegate all’ingestione delle piccole batterie contenute nei giocattoli come i fidget spinner. Per questo è necessario che i genitori prestino attenzione a questa categoria di giochi. A lanciare l’allarme è la Direzione francese per i consumatori, la contraffazione e la repressione delle frodi.

L’ingestione di queste batterie è un serio pericolo per i bambini anche in assenza di ostruzione delle vie aeree. Infatti, una pila inghiottita può portare in poche ore alla formazione di lesioni potenzialmente fatali dovute al rilascio di sostanze tossiche nell’esofago.

Per prevenire incidenti, la direzione suggerisce di controllare la sicurezza dei giocattoli senza dimenticare gli oggetti di uso quotidiano. Ad esempio, mamma e papà devono assicurarsi che il vano in cui sono alloggiate le batterie non deve poter essere aperto da un bambino e non deve aprirsi se il giocattolo cade a terra. La direzione garantisce la sicurezza dei giocattoli immessi sul mercato mediante controlli e analisi di laboratorio, in particolare con l’avvicinarsi del Natale. Nel 2016-2017, sono stati controllati 107 giocattoli elettrici: le batterie erano accessibili per 5 giocattoli, inclusi 3 proiettori luminosi manuali (trottole), che sono stati rimossi dal mercato.

Tuttavia, se i controlli condotti dalla Direzione indicano che la legge è rispettata nella maggior parte dei casi, i problemi più evidenti riguardano i fidget spinner: nel 2017, una dozzina di allarmi sono stati notificati a livello europeo su alcuni modelli a causa proprio del rischio di ingestione di batterie. In Francia, i laboratori della direzione hanno rivelato non conformità per questo motivo riguardo a tre modelli di questi prodotti su un totale di cinque modelli testati.

Per evitare qualsiasi rischio, la direzione raccomanda di rispettare le seguenti istruzioni:

  • non lasciare mai le celle a bottone alla portata di un bambino;
  • controllare che il vano batteria sia sicuro e non possa essere aperto, e in caso contrario non lasciare l’oggetto che lo contiene a disposizione di un bambino;
  • favorire l’acquisto di apparecchi con un vano batteria sicuro (presenza di una vite o necessità di eseguire due manovre indipendenti per aprirlo);
  • se ingerito, anche se si suppone che sia, di una cella pulsante, contattare un centro antiveleni.