Bollette: rincara la luce del 2,8% e cala il gas (ma si sa è estate)

Dal primo luglio bollette elettriche più care del 2,8% e più leggere per il gas (-2,9%). A comunicarlo è l’Autorità per l’Energia che ha comunicato gli aggiornamenti per il prossimo trimestre, in vigore dal primo luglio.

“L’andamento dell’elettricità – spiega in una nota l’Authority – è legato a prezzi nel mercato nazionale all’ingrosso previsti in rialzo nel prossimo trimestre, derivanti dagli attesi alti consumi collegati alla stagionalità del caldo periodo estivo, giá manifestatisi nel mese di giugno particolarmente torrido e con scarsa idraulicitá cumulata dal passato inverno. Per il gas invece la stagione di bassi consumi a livello europeo e nazionale implica – come previsto – una riduzione dei prezzi nei mercati all’ingrosso continentali”.

Unc: “Nessuno ora gioverà del calo del gas”

“Tanto per cambiare, i prezzi del gas scendono d’estate, quando nessuno accende il riscaldamento e poi magicamente salgono d’inverno” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione nazionale consumatori. “In pratica nessuno potrà usufruire della riduzione del prezzo del gas, mentre sui bilanci delle famiglie peserà solo l’aumento dell’elettricità” prosegue Vignola. Secondo lo studio dell’associazione, “per una famiglia tipo significa pagare, su base annua (non, come considera l’Authority, secondo l’anno scorrevole, ma dal 1° luglio 2017 al 1° luglio 2018), 14,60 euro in più per la sola luce”.