mercoledì, 2 Dicembre 2020

Tag: bus turistici

Il gioco dell’oca tra Regioni e ministeri che lascia bus e...

Uno scaribarile in cui ogni soggetto ha una parte di responsabilità, e che sta già costando tanto agli italiani. Le cause del sovraffollamento dei trasporti pubblici locali nelle ore di punta che preoccupano molto gli esperti del comitato tecnico scientifico del governo, non sono addossabili a un unico capro espiatorio. Il rischio focolaio Covid in bus, tram e metro cambia direzione e si prepara a divantare a partire da agosto nel braccio di ferro tra ministeri di Istruzione e Trasporti, da una parte, e enti locali e aziende di trasporto pubblico dall'altra. Tutti i soggetti in campo finiscono con il sottovalutare l'importanza di un'organizzazione degli spostamenti coordinata, a poche settimane dall'onda di contagi che a pochi giorni da novembre sembra ormai fuori controllo.
bus

Covid e trasporti affollati, Cgil e Cisl: “Utilizzare subito i bus...

Scuole, locali, cibo da asporto, sport amatoriali. Nell'ultimo Dpcm annunciato domenica 18 settembre, il premier Conte non ha fatto menzione di nuove misure riguardo i trasporti pubblici. Eppure, chiunque prenda un bus o la metro nelle ore di punta, sa come gli spazi angusti di un vagone sono zeppi in maniera quasi inverosimile, e che il pur generoso limite di capienza dell'80% è del tutto ignorato alla prova dei fatti. La colpa non è certo di studenti e lavoratori che devono giungere a destinazione in tempo, eppure su questo il governo non ritiene urgente trovare soluzioni nuove.