Bonus rottamazione tv al via dal 23 agosto. Tutto quello che c’è da sapere

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio ricevere GRATIS un numero del Salvagente

Annunciato a luglio, finalmente il 23 agosto diventa effettivamente operativo il bonus rottamazione tv. A partire da questa data, infatti, sarà possibile andare nei negozi che aderiscono all’iniziativa, e risparmiare il 20%, fino a 100 euro, sull’acquisto del nuovo televisore. L’incentivo è stato messo in campo dal governo per velocizzare il processo di ricambio del parco televisori e favorire l’acquisto di apparati compatibili con il nuovo standard di trasmissione del digitale terrestre Dvb-T2. La data entro cui deve essere stato comprato il vecchio tv da rottamare, il 22 dicembre 2018, è quella in cui è entrato in vigore lo standard di codifica Hevc Main 10 adottato dalla nuova tecnologia Dvb-T2. Ma vediamo le risposte alle domande principali sul bonus.

A chi è rivolto il Bonus Rottamazione Tv?

È rivolto a tutti i cittadini residenti in Italia senza limiti di ISEE. Per ottenerlo bisogna essere residenti in Italia; rottamare correttamente un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018; essere in regola con il pagamento del canone Rai (tranne che per i cittadini di età pari o superiore a settantacinque anni, esonerati dal canone).

Come faccio a ottenerlo?

Il bonus consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto, fino ad un importo massimo di 100 euro. Prima di procedere alla rottamazione, bisogna scaricare dal sito mise.gov.it e compilare il modulo di autodichiarazione (pdf) che certifichi il corretto smaltimento.

Come capisco se la mia Tv legge lo standard Dvb-T2?

Controllando i canali tv 100 e 200 predisposti come test per verificare la compatibilità ai nuovi standard.

Dove porto la vecchia tv?

Può essere consegnata direttamente ai rivenditori presso cui si acquista la nuova televisione. In alternativa, si può consegnare la vecchia Tv direttamente in una isola ecologica autorizzata, prima di recarsi ad acquistare la nuova. In questo caso, l’addetto del centro di raccolta deve convalidare il modulo che l’utente potrà presentare nei punti vendita per ottenere lo sconto.

I rivenditori sono obbligati a aderire?

No, l’adesione è su base volontaria. Il Mise pubblicherà una lista dei negozi aderenti sul sito.

Vale anche per acquisti online?

In teoria sì, anche se la procedura per l’acquisto sul sito sarà inevitabilmente più complicata (tra invio di documenti e rottamazione del vecchio tv), cosa che in pratica potrebbe scoraggiare le grandi piattaforme ad aderire.

Entro quando posso richiederlo?

Fino al 31 dicembre 2022, salvo esaurimento anticipato dei fondi.

È cumulabile con il bonus decoder?

Sì, ma è importante ricordare che il bonus decoder è disponibile solo per i nuclei con ISEE fino a 20mila euro. Per verificare che una TV o un decoder rientrino tra i prodotti per i quali è possibile usufruire del bonus è a disposizione dei cittadini una lista di prodotti “idonei”.