Il 90% dei parapetti domestici NON è a norma

(Publiredazionale in collaborazione con Faraone Architetture trasparenti)

Quando parliamo di sicurezza nelle abitazioni non possiamo prescindere dagli ambienti esterni, legati quindi a terrazzi e balconi.

Moltissimi incidenti domestici avvengono proprio in quell’area della casa, e il motivo spesso è sempre lo stesso: il 90% dei parapetti che “proteggono” gli inquilini dal mondo esterno NON è a norma.

Potrà sembrare assurdo, eppure è così. Inoltre la scarsa sicurezza di questi supporti può derivare da due diverse matrici: la messa in posa o l’usura del tempo.

Non tutti i parapetti nascono infatti “inagibili”. Talvolta il problema è la naturale usura dei materiali, come solai che diventano logori o intere parti del balcone soggette a ruggine, corrosione, rottura (soprattutto in caso di vetro).

Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di problemi quasi invisibili, ai quali si tende a non fare caso poiché si palesano in zone remote del parapetto. E quando ce ne si accorge… è ormai tardi.

Cosa fare dunque?

Questa è una domanda che noi di Faraone Architetture Trasparenti ci siamo posti molti anni fa, quando decidemmo che il filo conduttore del nostro servizio, fra cui proprio i parapetti, sarebbe stato LA SICUREZZA.

Ci siamo concentrati a tal punto su questo aspetto che decidemmo di creare un vero e proprio laboratorio della tutela dei clienti, che oggi gestisce l’ing. Gabriele Romagnoli, il tuo “Dr. Sicurezza”.

Attraverso i nostri test costanti e la cura maniacale nella costruzione di supporti che vadano BEN AL DI SOPRA degli standard di legge, oggi possiamo affermare di essere una delle pochissime realtà al mondo a poter vantare – in questo settore – una serie praticamente infinita di attestati, analisi e prove pratiche che testimonino la sicurezza dei nostri parapetti (arrivando a superare anche la più restrittiva PROVA URAGANO in Florida), siano essi facenti parte della nostra comune linea produttiva, siano essi realizzati su richiesta del cliente.

Come scoprire se il proprio balcone non è a norma

Al fine di aiutare i consumatori a conoscere con maggior certezza lo “stato di salute” del proprio balcone, abbiamo ideato un pratico test da poter svolgere autonomamente, seguendo le linee guida contenute in questo link: https://bit.ly/l_balconisicuri , ed è proprio attraverso questo sistema, oltre ai numerosi sopralluoghi che svolgiamo ogni giorno, che siamo potuti giungere a conclusione che la maggior parte dei balconi domestici non siano a norma.

Come quello dell’esempio in foto. Una foto reale, teniamo a specificare.

 

Questa immagine introduce il secondo motivo per cui un parapetto possa vantare una scarsissima sicurezza: la messa in posa a regola d’arte.

Purtroppo le aziende non sono tutte uguali. Dispiace dirlo, poiché imprese che lavorano male danneggiano tutto il settore, ma è così.

Esistono “professionisti” che assumono l’incarico della realizzazione e del montaggio dei parapetti pur non avendo i seguenti requisiti FONDAMENTALI:

  • Conoscenza delle tecniche più avanzate (e sicure) per il montaggio di parapetti
  • Attestati di prova sulla sicurezza dei supporti
  • Utilizzo di materiali di prima qualità che non cedano in breve tempo all’erosione e al deterioramento dovuto ad agenti esterni/atmosferici
  • Collaudi PRE-MONTAGGIO, quando si eseguono i test in cantiere su un campione in una specifica destinazione duso
  • Esperienza nel settore per evitare posa in opera mal-eseguita

Insomma, i motivi per cui potresti avere tu stesso un parapetto poco sicuro, o trovarti nel breve termine in una situazione simile a quella descritta dall’immagine di cui sopra, sono davvero tanti.

Cosa fare per mettere in sicurezza il proprio balcone o realizzare un nuovo parapetto a regola d’arte?

La parola d’ordine in questo caso è COMPETENZA. Affidarsi a una ditta seria, certificata e competente è lo step fondamentale per essere certi di veder realizzato un parapetto a norma nella propria abitazione, sia in caso di nuova costruzione sia in caso di ristrutturazione.

La competenza di chi ti aiuterà in questa operazione non risiede però solo nel montaggio, bensì anche, e soprattutto, nell’assistenza lungo tutte le fasi della scelta, dell’acquisto, del montaggio e del post-vendita.

Noi di Faraone crediamo molto nell’importanza di assistere il cliente nella scelta del supporto ideale, dei materiali migliori e delle linee più idonee al proprio appartamento. Non è un problema di sicurezza, quella è garantita prescindendo dalla soluzione estetica, quanto di armonia delle forme e di prodotto più indicato in base al contesto nel quale viene inserito. È quella la vera differenza che, bisogna dirlo, molti “professionisti” bypassano in nome di un facile guadagno su prodotti magari più costosi ma non adatti all’abitazione del cliente.

La nostra assistenza si sviluppa poi mettendo a servizio le migliori competenze possibili in termini di montaggio, proseguendo poi per tutta la fase successiva, quando il cliente può aver bisogno di chiarimenti o quant’altro.

È questo, in buona sintesi, il nostro servizio offerto anche grazie alla creazione di una rete di Partner in tutta Italia. Ed è questo il motivo per cui otteniamo risultati come questi:

 

Se anche tu vuoi lo stesso risultato sul tuo balcone o terrazzo, o magari conoscere quali siano le soluzioni migliori per le tue esigenze, tutto quello che devi fare è cliccare su questo link

 

https://bit.ly/l_balconisicuri

 

Ti basterà compilare il form e verrai ricontattato da un nostro referente SENZA ALCUN IMPEGNO DA PARTE TUA. Durante la telefonata potrete approfondire il tuo caso e avrai la possibilità di rivolgere tutte le domande che vorrai al nostro esperto.

 

Recentemente abbiamo fatto un sopralluogo in una specifica zona d’Italia. Scoprendo che nove balconi su dieci non erano a norma e rischiava danni seri per gli abitanti della casa. In soli 3 km.

 

Compila il form, evita a te stesso e alla tua famiglia di trovarti nella stessa situazione, se non ti muoverai per tempo.

A presto

Roberto Volpe