Sono passato a Tiscali ma ora posso chiamare ma non ricevere chiamate…

Caro Salvagente, ho attivato dal 17 marzo il servizio Tiscali Fibra + voce. Dopo varie peripezie e sollecitazioni iniziali (avevano sbagliato il mio numero di casa da impostare sul router e la fibra non andava tanto bene), ho ottenuto un servizio ottimo per quanto riguarda la fibra ma scadente per quanto riguarda la parte voce.
Praticamente riesco ad effettuare chiamate ma non a riceverle e, in più, hanno mandato la prima fatturazione (a prezzo intero) comprendente i 13 giorni di marzo, tutto aprile e tutto maggio.
Vorrei chiedervi se è previsto un rimborso per questo disservizio? Se si, come procedere?

Elio Bellino

Caro Elio, non c’è alcun dubbio che lei stia subendo un disservizio imputabile a Tiscali. Vediamo, attraverso i preziosi consigli di Valentina Masciari, responsabile utenze di Konsumer Italia, come farsi valere.

Il fatto che il lettore possa effettuare chiamate in uscita ma non possa riceverne, mi lascia pensare che ci sia un problema sul regolare espletamento della procedura di portabilità del numero.

Ad ogni modo, se non l’avesse fatto, deve aprire una formale segnalazione per questo disservizio, procedendo tramite una segnalazione al Servizio Clienti, contattando il numero 130, e facendosi rilasciare, un identificativo della segnalazione stessa. Questo è un passaggio fondamentale, perché dal giorno dell’apertura della segnalazione, che quindi va tracciato, scattano gli indennizzi previsti dalla Carta Servizi di Tiscali.

Tali indennizzi, corrispondono a una somma pari a 2,50 euro per ogni giorno di disservizio, per i servizi della tipologia consumer. Il periodo indennizzabile, sarà riferito ai giorni intercorrenti tra la data di ricezione della segnalazione del cliente, e la data di ripristino della funzionalità del servizio e, non verrà esteso  al periodo antecedente alla ricezione della segnalazione stessa: ecco perché è fondamentale sollevare concretamente la problematica. Tiscali corrisponderà gli indennizzi riconosciuti, tramite un riaccredito nella prima fattura utile.