“Ho comprato un gel igienizzante ma non riporta la percentuale di alcol. È legale?”

Caro Salvagente,

in questi giorni, visto il periodo che stiamo vivendo, ho acquistato il “Gel lava mani igienizzante – Delice” di Milmil. Una volta a casa, controllando gli ingredienti, mi accorgo che c’è solo l’indicazione “alcohol denaturato” e non la percentuale (che se ho capito bene deve essere indicata per avere efficacia come igienizzante). Ho cercato sul sito internet dell’azienda, ma non ho trovato questo prodotto e la relativa scheda.
Ho provato a chiedere le specifiche via mail, ma non ho ricevuto nessuna risposta.
Se le informazioni che ho sono esatte e quindi il prodotto che ho acquistato per l’epidemia in corso non ha alcuna utilità, mi sento truffata sia dal supermercato, visto che era l’unico prodotto disponibile e quindi si sono resi complici, sia soprattutto dall’azienda produttrice che si arricchisce sfruttando la paura e la confusione del consumatore.
Ma non ci sono strumenti per sanzionare questi comportamenti?

Angela Bragagni

 

Caro Angelo, la normativa in base ai gel igienizzanti distingue tra presidi medici e prodotti cosmetici. Solo nel primo caso, quando viene usata la parola “disinfettante”, l’azienda produttrice è tenuta a indicare la percentuale di alcol contenuta nel prodotto, mentre per i prodotti da cosmesi può limitarsi a indicarne la presenza. Il marchio Milmil è specializzato in prodotti per la cura del corpo, quindi non rientra nell’obbligo. Detto, questo, però, in una fase come questa, in cui si va a comprare in massa i detergenti per le mani per eliminare il rischio di contagiarsi con il covid-19, sarebbe un segnale di forte attenzione per il consumatore comunicare la percentuale di alcol contenuto nella bottiglietta, anche perché non si tratta di un particolare irrilevante.

Sebbene ci siano discrepanze di vedute con il ministero della Salute, l’Istituto superiore di sanità in diverse occasioni ha specificato che in assenza di acqua, un disinfettante per mani a base di alcol al 60% è da considerarsi efficace contro batteri, virus e funghi. Dunque, sapere se il prodotto rientra in questa categoria o meno, non è affatto irrilevante.

Abbiamo girato la domanda all’azienda (Milmil 76 spa, è il nome completo), e ci ha risposto:

Il prodotto gel igienizzante lavamani è di fatto un prodotto cosmetico per cui, a differenza dei PMC/biocidi, dove è obbligatorio indicare la % delle varie materie prime, non è obbligatoria tale indicazione. Premesso questo abbiamo preferito non indicarla proprio per non rischiare di far rientrare il prodotto in una categoria a cui non appartiene creando cioè confusione al consumatore finale. MilMil, nei nostri prodotti, ha impiegato un contenuto alcoolico maggiore rispetto a quelle che sono le linee guida recentemente riprese da vari organi competenti per via della pandemia in atto, garantendo così al consumatore un prodotto di qualità! Relativamente alla parte formulativa indicano il seguente quantitativo minimo di alcool che dovrebbero avere queste formulazioni (in calce i riferimenti della World Health Organization): minimo di 52% peso/peso (o espresso in volume 60% vol/vol).

Ecco i dati dei nostri gel.

Cod.art % alcool peso/peso  
015070  60% p/p DELICE GEL LAVAMANI IGIENIZ100 100
015090  70% p/p DELICE GEL BUSTINA IGIEN.50ML 50
015270  70% p/p DELICE GEL LAVAMANI IGIENIZ100 100