Automobili, tutti i segreti per un tagliando senza fregature

Tra le migliaia di reclami che giungono ogni anno agli sportelli dell’Unione Nazionale Consumatori, quelli che riguardano gli autoveicoli rappresentano una fetta importante, non solo perché l’acquisto dell’auto è una spesa importante da ponderare nel bilancio familiare, ma anche perché, una volta acquistata, l’auto necessita di una manutenzione continua. Per questo motivo l’Unione Nazionale Consumatori ha realizzato in collaborazione con Ad Italia–Giadi Group e Autodis Italia una guida dal titolo “Un tagliando a regola d’arte” per fornire ai consumatori indicazioni sui propri diritti legati alla manutenzione dell’automobile. SCARICA LA GUIDA

“La spesa per la manutenzione incide in modo significativo sul costo annuo dell’auto: dopo i primi due anni può oscillare tra il 14 e il 60 per cento del valore dell’auto su base annua -afferma il Presidente di Unc Massimiliano Dona– per questo è fondamentale per i consumatori affidarsi a professionisti qualificati scongiurando il rischio di pratiche disinvolte o negligenze che possono compromettere il ciclo di vita dell’autoveicolo e mettere a repentaglio l’incolumità dell’automobilista. Con questa Guida cerchiamo di dare al consumatore gli strumenti per gestire in maniera adeguata le operazioni di manutenzione, informandolo sui propri diritti e doveri nel rapporto con l’officina: trascurando la manutenzione ordinaria, infatti, si corre il rischio di spendere molto più del dovuto e magari incontrare problemi quando si dovrà far valere la garanzia.”

“La sicurezza del consumatore-automobilista è strettamente legata alla manutenzione dell’auto che va fatta nei periodi indicati dalla casa produttrice; a questa ovviamente va aggiunta la manutenzione straordinaria nel caso insorgano guasti o anomalie ­-dichiara Paolo MorfinoAmministratore Delegato Autodis Italia. E’ importante rivolgersi a professionisti, lasciando perdere il ‘fai da te’ che può essere molto rischioso per la propria incolumità, per quella altrui e anche per lo stato della propria auto. Quello che non tutti i consumatori sanno è che si può scegliere liberamente l’officina a cui rivolgersi, senza che questa scelta comprometta il riconoscimento della garanzia da parte della casa produttrice: questa è una possibilità importante che rende il mercato più concorrenziale”.

“In un momento in cui le famiglie sono costrette a stringere la cinghia e tagliare i costi, non possiamo permettere che ciò accada a spese della propria sicurezza -conclude Renato Zerbini, Direttore commerciale Ad Italia-Giadi group. Per questo affinché la manutenzione sia realizzata a regola d’arte è fondamentale l’utilizzo di ricambi di qualità, siano originali o equivalenti. E’ importante sensibilizzare i consumatori su questo indirizzandoli verso officine di fiducia.”

 

Vademecum: 10 cose da sapere  sulla manutenzione della tua auto

1) il primo tagliando per un’auto nuova si fa il genere 6/ 12 mesi dall’acquisto o al raggiungimento di 15 20.000 km;

2) nel libretto d’uso e manutenzione sono indicati gli intervalli temporali o chilometrici entro cui effettuare il tagliando e diritti di garanzia;

3)  ognuno ha diritto di scegliere l’officina alla quale rivolgersi-se autorizzata o indipendente-anche durante il periodo di garanzia senza  pregiudicarla;

4) per la manutenzione possono essere usati sia ricambi originali che equivalenti: garantiscono entrambi l’efficienza del veicolo;

5) sono previste garanzie anche per i singoli interventi di manutenzione o riparazione;

6) il costo varia in base alla marca e al tipo di vettura, ai pezzi da sostituire e eventuali interventi straordinari;

7) il tagliando fai da te è una pratica altamente sconsigliata per questioni di sicurezza: rivolgetevi sempre professionisti di un officina.

8) è importante farsi rilasciare la documentazione che dimostra l’esecuzione la manutenzione: una tutela nei confronti della casa auto e dell’officina.

9) l’Unione Europea ha imposto ai costruttori di auto l’obbligo di dotare del sistema ecall tutti veicoli prodotti a partire dal 31 marzo 2018 18.

10) scopri di più sul sito www.consumatori.it oppure contatta l’Unione  Nazionale Consumatori per richiedere supporto e assistenza personalizzata