È l’ora di alzare il pollice verde. La nostra guida al giardinaggio in edicola

La vegetazione è in pieno fermento, cominciano a sbocciare i primi fiori primaverili che sostituiscono quelli che ci hanno accompagnato in inverno. Il terreno si scalda sempre più, si attenua la differenza tra giorno e notte, e il rischio di gelate notturne è molto limitato.

Possiamo quindi approfittare del momento per rinnovare le nostre piante e regalarci tutti i colori della primavera. Nel nuovo numero in edicola abbiamo sentito diversi esperti per capire quali lavori di sistemazione compiere, le cure da dedicare alle piante dopo le gelate invernali e come scegliere il fertilizzante giusto per rinverdire giardini, terrazze e balconi.

Acquista qui il nuovo numero con la guida dei lavori di giardinaggio (e per ottenere il bonus verde)

I lavori da fare subito

In giardino continuiamo ad aerare regolarmente la terra, grattando leggermente; poi zappiamo per eliminare le erbacce che stanno già spuntando. Tagliamo i fiori appassiti e falciamo il prato che con le piogge è un po’ troppo rigoglioso. Pensiamo adesso a come rinnovare il nostro ambiente verde. È tempo ad esempio di piantare i bulbi da fiore come: anemoni, gigli, begonie, dalie e gladioli. Ma c’è ancora spazio per piantare le piante perenni, le rose in vaso, e i piccoli arbusti da frutto, come ribes e lampone.

Non dimentichiamo i vasi in casa

Una bella potatura alle siepi darà un nuovo aspetto al nostro giardino (e in questo qualcuno si può sbizzarrire creando vere e proprie sculture). Se si ha un orto, e non lo si è già fatto, occorre aggiungere al terreno il letame disidratato, e il compost per prepararlo al meglio alla semina. Cosa piantare? Carote, barbabietole, patate, zucchine, finocchi e pomodori, ad esempio. Dentro casa non dimentichiamo di rinvasare le piante che ne hanno bisogno, mentre su balconi e terrazzi regaliamoci delle coreografiche piante rampicanti.