La ripresa degli eventi culturali

pubbliredazionale a cura di Feltrinelli Education

Si continua a parlare di restrizioni per quanto riguarda gli eventi culturali in Italia. A nulla sono servite manifestazioni, protocolli e procedure di messa in sicurezza di stadi, palazzetti, cinema e teatri, la capienza massima non è ancora ovunque raggiungibile. Il Comitato tecnico-scientifico ha infatti deciso di dare il via libera, per gli impianti sportivi, a una capienza del 75% all’aperto e del 50% al chiuso per gli impianti sportivi e, per gli eventi culturali in zona bianca, del 100% all’aperto e all’80% al chiuso. Nessuna limitazione per gli accessi nei musei, anche se, per tutte queste attività, sarà sempre necessario mostrare il Green pass.

L’epoca post Covid

Questi anni verranno ricordati nella storia come quelli del post-Covid, in cui si cerca di ripartire e tornare a vivere come nel 2019, soprattutto per quelle categorie che non si sono sentite supportate dal governo, ovvero quelle dello spettacolo e dello sport.

Il Cts comunica che “sulla base dell’attuale evoluzione positiva del quadro epidemiologico e dell’andamento della campagna vaccinale, ritiene che si possano prendere in considerazione allentamenti delle misure in essere, pur sottolineando l’opportunità di una progressione graduale nelle riaperture, basata sul costante monitoraggio dell’andamento dell’epidemia combinato con la progressione delle coperture vaccinali nonché degli effetti delle riaperture stesse”.

Cambieranno altri decreti, il governo dovrà sicuramente mantenere alta la guardia e non abbiamo ancora nessuna certezza in merito, l’unico punto fermo è la voglia di tornare a vivere. Tornare a sognare con Puck alla Scala di Milano, vivere emozioni seduti in un cinema, cantare in un palazzetto e tifare abbracciando i propri amici in uno stadio. Tornare insomma alla normalità che tanto ci è mancata durante gli ultimi due anni.

Gli eventi culturali

Con il ritorno degli eventi culturali, si apre anche la ricerca di nuove figure e posizioni, per questo è giusto farsi trovare preparati grazie a corsi come il corso per eventi culturali di Feltrinelli Education, grazie al quale ci si potrà posizionare in modo strategico in questo mondo.

Rincorrere i propri sogni è sempre una buona idea, farlo in maniera consapevole e preparata fornisce anche certezze e basi su cui poter crescere. Con la riapertura del mercato culturale, la tempistica è perfetta: ora bisogna solo studiare e crederci davvero, in attesa della totale riapertura e del ritorno alla vita così com’era prima dell’arrivo della pandemia.