Teofarma ha richiamato dal mercato un lotto di preparato a base di vitamina B1

La Società Teofarma ha attivato un richiamo volontario, a scopo precauzionale, del lotto n. G178329 scad. 9/2022 della specialità medicinale BENERVA*IM 6F 100MG 1ML – AIC 004642070. Al momento non si conoscono i motivi del richiamo volontario. Il medicinale BENERVA è indicato nella profilassi e terapia della carenza di vitamina B1 da aumentata richiesta o da ridotto assorbimento (beri-beri e sue diverse forme cliniche); polineuriti carenziali (etiliche); miocardiopatie degli etilisti; a dosi elevate è una terapia coadiuvante delle nevriti e polinevriti non carenziali.

 

La vitamina B1 contribuisce allo svolgimento dell’importante processo di conversione del glucosio in energia. Al pari della vitamina B2, la vitamina B1, o Tiamina, ha il ruolo di sintetizzare i processi energetici dell’organismo, rilasciando a quest’ultimo l’energia necessaria a svolgere le attività quotidiane. La carenza di vitamina B1, o tiamina, provoca danni al sistema nervoso e cardiovascolare e uno stato generale di deperimento e perdita di peso derivato da una crescente difficoltà a ingerire cibo accompagnata da forte salivazione e vomito. La carenza di vitamina B1 può provocare anche alterazioni cardiache, disturbi neurologici, dilatazione della pupilla e ipersensibilità alla colonna vertebrale. Nella loro fase estrema, le lesioni vascolari e del sistema nervoso procurate dalla carenza di vitamina B1 possono portare, al semi-coma e in seguito alla morte.