Rientro in città, 5 frullati per conservare i benefici delle vacanze

Al rientro in città tutti vorremmo conservare il più a lungo possibile i benefici ottenuti durante le vacanze, allontanando ancora un po’ lo stress e la fatica che sicuramente arriveranno.

Un naturopata francese, Olivier Panisset, ha spiegato sulle pagine de Le Figaro come fare, semplicemente gustando dei frullati.
Cinque le ricette proposte, ciascuna con un obiettivo ben preciso. Eccole.

Zenzero contro l’affaticamento

Per aumentare la nostra energia possiamo affidarci allo zenzero, una pianta capace di “adattarsi” alle condizioni del nostro organismo: se siamo indeboliti, ci rinforza; se siamo nervoso, ci calma.
Altra arma segreta è il prezzemolo, ricco di vitamina C.
Nel mixer, secondo l’esperto francese, vanno dunque messi: una banana, una manciata di frutti di bosco, un kiwi, un ciuffo di prezzemolo e un pizzico di zenzero.


Mandorle anti-stress

Per combattere lo stress si deve agire sugli aspetti infiammatori e sul sistema nervoso, per cui occorrono vitamina C (ottimo anti-infiammatorio) e magnesio. La ricetta suggerisce quindi l’utilizzo di mandorle (da mettere a bagno in acqua la sera prima, per tutta la notte, e poi tritare) e curcuma.
Mettere nel mixer: qualche fragola, le mandorle tritate, qualche seme di chia o di lino, un cucchiaino di fiori d’arancio e un pizzico di curcuma.

Il frullato per il mal di stomaco

Se al rientro a casa lo stomaco fa i capricci, si può optare per la fibra di Psyllium, un’erba che aiuta a regolare l’intestino. Si può aggiungere anche dell’aloe vera, che aiuta la rigenerazione delle cellule dell’intestino.
Frullare quindi: una mezza papaya, un pizzico di zenzero, un rametto di menta, un cucchiaio di aloe vera, un cucchiaio di Psyllium e, se si vuole, un probiotico (tè di Kombucha o kefir).

L’elisir di bellezza

Qui hanno gioco facile i frutti con proprietà antiossidanti, per combattere l’invecchiamento della pelle come le noci del Brasile, ricche di selenio, i semi di zucca, ricchi di zinco, e il tarassaco (o dente di leone), un disintossicante naturale.
La ricetta, quindi, prevede: una carota, un paio di fragole o kiwi, tarassaco (secco e reidratato in acqua o in infuso preparato precedentemente), alcune noci del Brasile schiacciate, semi di lino e semi di zucca.

Per il recupero post allenamento

Per recuperare al meglio dopo una sessione di sport, servono zuccheri e proteine. L’alga spirulina è estremamente ricca di proteine, mentre il latte di cocco reidrata e fornisce all’organismo sodio e potassio, dispersi con il sudore.
Allora mettiamo nel mixer: un po’ di latte di cocco, appena un pizzico di spirulina (ha un sapore molto forte), una banana e semi di canapa.

Un consiglio finale: non aggiungere mai zucchero ai frullati, la frutta ne contiene già abbastanza.